L’AMORE SECONDO SAN PAOLO DI TARSO

Condividi

Il famoso Inno all’amore tratto dalla Prima Lettera ai Corinti:

“Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,

ma non avessi l’amore,

sono come un bronzo che risuona

o un cembalo che tintinna.

E se avessi il dono della profezia

e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza,

e possedessi la pienezza della fede così da trasportare le montagne,

ma non avessi l’amore,

non sarei nulla.

E se anche distribuissi tutte le mie sostanze

e dessi il mio corpo per esser bruciato,

ma non avessi l’amore,

niente mi gioverebbe.

L’amore è paziente,

è benigno l’amore;

non è invidioso l’amore,

non si vanta,

non si gonfia,

non manca di rispetto,

non cerca il suo interesse,

non si adira,

non tiene conto del male ricevuto,

non gode dell’ingiustizia,

ma si compiace della verità.

Tutto copre,

tutto crede,

tutto spera,

tutto sopporta.

L’amore non avrà mai fine”.

1 commento
  1. Maurina
    Maurina dice:

    Io ho amato in maniera esagerata due sorelle di mio marito, amando lui desideravo avere buone relazioni con loro, e mi impegnavo a dare loro molto. Stare con loro mi procurava profondo malessere, dopo un ragionevole periodo di tempo, le ho tagliate fuori dalla mia vita. Ho detto chiaro a mio marito che non intendevo umiliarmi oltre, perche’ non mi sentivo ne considerata ne apprezzata, per loro tutto era dovuto, e facevano di tutto per creare dissidio. Mio marito e’ stato solidale con me e ha riconosciuto che era impossibile relazionarmi in questo modo. Era triste di vederle da solo ogni tanto, ma non mi ha mai pressato.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *