Articoli

PERCHE’ SI E’ FEDELI IN AMORE ?

Condividi
Volare di fiore in fiore o scegliere qualcuno per la vita? I misteri dell’amore hanno incuriosito per anni gli scienziati, che si sono interrogati a lungo sul perche’ molti siano felici di restare fedeli al proprio partner. E questo nonostante, a rigor di logica, rinunciare alla possibilita’ di relazioni adulterine non abbia senso, dal momento che l’uomo in genere privilegia i vantaggi immediati a quelli a lungo termine.
Ebbene, secondo lo psicologo sociale Gian Gonzaga il fascino della fedelta’ non e’ piu’ un mistero. L’esperto e’ convinto di aver capito come l’emozione d’amore ci tenga lontani dalle braccia di aitanti sconosciuti, e perche’ nel corso dei millenni la fedelta’ si sia evoluta come ‘collante’ delle famiglie.
Gonzaga, ex ricercatore dell’Universita’ della California attualmente al lavoro per un sito di cuori solitari, ha studiato 60 studenti che erano impegnati in relazioni sentimentali (in media da tre anni) sottoponendoli a un test per rilevare il grado di coinvolgimento amoroso e la fedelta’. Nel corso del test, a tutti venivano mostrate foto di un affascinante giovane, o di una bella fanciulla misteriosa. Mentre eseguivano l”esame’, gli studenti dovevano cliccare un’icona speciale, ogni volta che pensavano alla bellezza tentatrice.
In particolare, si legge sul ‘Daily Mail’, 20 studenti dovevano raccontare per iscritto i momenti in cui si erano sentiti piu’ innamorati del loro partner. Altri 20 dovevano descrivere gli episodi ‘bollenti’, in cui si erano sentiti piu’ attratti sessualmente, mentre gli ultimi potevano raccontare quello che volevano.
Cosi’ il ricercatore ha scoperto che il gruppo degli ‘innamorati’ cliccava la foto tentatrice solo un terzo delle volte rispetto al gruppo degli ‘accesi dal desiderio’, e un sesto rispetto al gruppo quelli di controllo.
Insomma, l’amore e’ come un antidoto contro le tentazioni. “Questo – dice infatti Gonzaga – suggerisce che l’amore abbia una funzione distinta dal desiderio, e possa agire come una sorta di dispositivo che aiuta a mantenere l’impegno”.

Dott. Roberto Cavaliere

Psicologo, Psicoterapeuta

Studio in Milano, Roma, Napoli e Vietri sul Mare (Sa)

per contatti e consulenze private tel.320-8573502 email:cavalierer@iltuopsicologo.it

 

SOLO 3 COPPIE SU DIECI FEDELI ?

Condividi
SOLO tre coppie su dieci sarebbero fedeli, secondo le ultime statistiche. Siamo un popolo di fedifraghi e l’adulterio appare ormai come una pratica igienica, spogliata di ogni senso di colpa. Tradiscono più gli adulti dei giovani, più gli uomini delle donne, più i cittadini delle metropoli che gli abitanti dei piccoli centri. La stagione più favorevole è l’estate, ed è una miccia che spesso si accende in ufficio.

Secondo l’associazione Matrimonialisti Italiani il 60 per cento dei tradimenti coniugali avviene sul luogo i lavoro. L’età più a rischio, soprattutto per gli uomini, è compresa fra i 40 e i 50 anni, e in circa il sette per cento dei processi di separazioni e divorzio sono segnalate infedeltà di tipo omosessuale. Vi è poi la nuovissima tendenza del cosiddetto adulterio virtuale, quello che si consuma via internet.

Sono 800 mila gli italiani che passano almeno quattro ore al giorno davanti al computer, in chat. Un universo parallelo, che può regalare tentazioni irresistibili, a uomini e donne, età circa 35 anni, cultura medio-alta, in buona parte coniugati. Se navigare in rete troppo a lungo comincia a essere inserito anche in Italia tra i motivi di separazione, viene dalla Gran Bretagna la notizia della prima infedeltà virtuale per la quale è stato chiesto il divorzio: lui, David Pollard, aveva una relazione su Second Life, il più incorporeo dei tradimenti.

Quanto alla vita reale, la rete pullula di guide pratiche all’adulterio, di decaloghi “per non farsi beccare”, trucchi, sotterfugi, suggerimenti, occhio agli sms e alle email, siti (per esempio tradimento. net) e social networks dove intrecciare nuove avventure con garanzia di riservatezza, con la possibilità di selezionare il profilo del partner e di scegliere persino la durata del legame. Aumentano esponenzialmente le storie di sesso fra persone che si sono conosciute online, e si moltiplicano anche i siti che vendono alibi per adulteri.

Oggi l’infedeltà sembra essere diventata uno stile di vita, quasi una moda, un’opzione di massa e sempre più sessuologi disquisiscono di “adulterio terapeutico che fa bene all’armonia della coppia”. Da scandalo a motivo di vanto, una trasgressione veniale, sdoganata, derubricata. Quasi un diritto, un’opportunità per esprimersi, in certi casi per risarcirsi, basta scorrere le varie poste del cuore.

(1 dicembre 2008)

Dott. Roberto Cavaliere

Psicologo, Psicoterapeuta

Studio in Milano, Roma, Napoli e Vietri sul Mare (Sa)

per contatti e consulenze private tel.320-8573502 email:cavalierer@iltuopsicologo.it